Faq

Home/Faq
Faq2020-04-28T17:04:21+02:00
Cosa comporta gestire un immobile?2020-03-11T22:08:07+01:00

Gestire un immobile implica monitorare costantemente lo stato dell’immobile considerando gli utilizzi e l’andamento del mercato e organizzare la documentazione amministrativa dell’immobile. L’obbiettivo è quello di  amministrare i titoli di proprietà, i documenti tecnici ed urbanistici per ottenere la massima redditività possibile attraverso una costante manutenzione dell’immobile ed una attenta gestione di eventuali contratti di locazione.

Il tutto per portare ad un incremento di valore dell’immobile gestito nel tempo.

Di cosa si occupa Cofim Gestione Immobili?2020-04-29T19:08:09+02:00

Cofim Gestione Immobili è specializzata nella gestione sia di singole unità sia di interi patrimoni immobiliari. Per ciascuno dei suoi clienti, Cofim si occupa di monitorare costantemente l’immobile in gestione verificando che, in caso di compravendita, l’acquirente si comporti in modo corretto nei confronti del proprietario e, in caso di affitto, che il canone mensile sia saldato in maniera precisa e continuativa.

Come funziona il servizio?2020-03-11T22:22:22+01:00

Cofim Gestione Immobili si occupa di tutte le incombenze relative ad una affittanza: incasso dei canoni e loro aggiornamento, pagamento spese condominiali, manutenzione ordinaria immobile, calcolo IMU, calcolo redditività e rating inquilino.

Quanto costa il servizio?2020-04-07T14:47:26+02:00

Il servizio è gratuito il primo anno.
A partire dal secondo anno varia dal 4 al 6% delle somme gestite.

Quali sono le garanzie offerte?2020-04-29T19:10:12+02:00

In un contratto di locazione la cosa più importante è avere la garanzia che l’inquilino sia in grado di pagare con puntualità l’affitto.

Cofim seleziona con grande accuratezza questo aspetto dell’inquilino sia mediante visure sulla sua solvibilità, sia esaminando una serie di referenze che vengono richieste in fase di trattativa. Con l’APP SEGUI IL TUO IMMOBILE inoltre il proprietario può verificare in qualsiasi momento la valutazione del proprio inquilino, che sostanzialmente si basa sulla puntualità nei pagamenti durante il periodo di locazione.

Come posso verificare l’andamento del mio immobile?2020-04-29T19:10:59+02:00

Grazie all’APP SEGUI IL TUO IMMOBILE, disegnata specificatamente per i clienti di Cofim Gestione Immobili, ciascun utente può seguire direttamente tramite pc, telefono o tablet l’immobile in gestione. L’applicazione è collegata ad un servizio di messaggistica che avvisa il proprietario ogni volta che l’immobile è soggetto ad un’attività svolta da Cofim Gestione Immobili.

Quali vantaggi ha il proprietario?2020-04-29T19:11:40+02:00

Cofim Gestione Immobili è in grado di garantire una vendita rapida dell’immobile e un affitto sicuro che mette al riparo da inquilini insolventi ed a spiacevoli situazioni. Per di più, grazie all’APP SEGUI IL TUO IMMOBILE  ciascun proprietario può seguire direttamente tramite pc, telefono o tablet l’immobile dato in gestione. L’applicazione è collegata ad un servizio di messaggistica che avvisa il proprietario  ogni volta che l’immobile è soggetto ad un’attività svolta da Cofim Gestione Immobili.

Quali sono le spese che incorrono nel momento di registrazione del contratto d’affitto?2020-04-07T14:56:35+02:00

La registrazione di un contratto  prevede il pagamento all’Agenzia delle entrate di una imposta di registro del 2%,oltre ad un bollo da 16 euro ogni quattro facciate di contratto.
Normalmente tali importi sono  suddivisi al  50%  tra locatore e conduttore.

Cosa comporta la registrazione del contratto con cedolare secca?2020-03-11T22:25:24+01:00

Un contratto di locazione con cedolare secca prevede il pagamento di un’imposta sostitutiva Irpef forfaitaria. La scelta della cedolare secca implica la rinuncia, per tutta la durata del contratto d’affitto, all’aggiornamento del canone di locazione in base alla variazione annuale accertata dell’indice nazionale Istat, anche se prevista nel contratto.

Chi può scegliere la cedolare secca?2020-03-11T22:25:33+01:00

Possono optare per questo regime agevolato tutte le persone fisiche proprietarie dell’immobile che non lo affittino per attività d’impresa, arti o professioni. La cedolare secca si applica dunque a tutti quegli immobili a destinazione residenziale da A1 a A11.

Quanto si paga di cedolare secca?2020-04-07T14:56:28+02:00

L’imposta sostitutiva si calcola applicando un’aliquota del 21% sul canone di locazione annuo.
E’ prevista un’aliquota ridotta al 10% per contratti di locazione a canone concordato nei comuni con carenza di disponibilità abitative e ad alta tensione abitativa.