Immobiliare: a Milano gli affitti rendono il 7% all’anno

Home/News/Immobiliare: a Milano gli affitti rendono il 7% all’anno

Il mercato degli affitti su territorio italiano varia molto, con buoni aumenti nelle grandi città e nei principali capoluoghi. La provincia invece soffre di più, poiché la domanda diminuisce e dunque l’offerta si deve muovere a livelli più contenuti.

Milano si conferma la città dei record, dove negli ultimi due anni i prezzi e i canoni per gli affitti di bilocali e trilocali sono aumentati in media del 16,1% e del 15,3% rispettivamente -Fonte, L’Economia del Corriere. La fotografia scattata da molte sorgenti online e offline è di un’Italia collegata ai differenti ritmi con cui viaggia l’economia, con centri nevralgici identificati dalle grandi città come Milano, capaci di richiamare imprenditori e dunque sempre più lavoratori. Con l’avanzamento dell’economia si accompagna l’offerta formativa universitaria, che spesso richiama nei capoluoghi migliaia di studenti alla spasmodica ricerca di un alloggio. Basti pensare che circa il 9,4% di chi cerca un appartamento in affitto è rappresentato da studenti, dove primeggia Torino con il 31% tallonata da una Milano al 28,4%.

Nel capoluogo lombardo la domanda generale è cresciuta del 4,2%, con un conseguente aumento dei costi per gli affitti che aumenta del 5,8% per un appartamento di due locali, circa 65 mq, affittato per poco meno di 1300 euro al mese. Per fare un paragone, in capoluoghi più piccoli è possibile trovare con facilità un alloggio in affitto di pari dimensione a poco meno di 400 euro al mese.

Le zone del centro di Milano a confronto
Gli aumenti maggiori dei canoni sono stati registrati nelle aree periferiche, si parla del 30% in più. Le zone più costose sono via Savona, Piazza Wagner e Piazza Firenze. A livello di rendimenti, i bilocali toccano il 9% in più in aree di estrema periferia come la Bovisasca, Dergano o Baggio.

Per quanto riguarda il centro, le zone di duomo, San Babila, Missori e Cairoli sono decisamente le più costose, con un canone di affitto per i bilocali medio che sfiora i 1700 euro contro un canone per un trilocale che tocca i 2100. A ruota seguono Brera e Sant’Ambrogio/Crocetta, con 1200 euro medi per un bilocale e 1600 per un trilocale. Turati, Moscova, Corso Venezia, Porta Vittoria e Porta Romana sono leggermente più basse, contando 1100 euro per un bilocale e tra i 1300 e 1500 euro per un trilocale.

2020-04-30T12:44:00+02:0018 Novembre 2019|News|

Scrivi un commento